Categorie

Partnerships

Presentazione e Prodotti Opificio 1899

Opificio 1899


L’Arte dell'Alta Salumiera Italiana



Il Mondo dell’Arte Salumiera Italiana Rivive nelle Creazioni di Opificio 1899 Verona



Il fine ‘800 è un’epoca di passaggio che ricorda ingredienti autentici e il vero significato di rituali come la concia, la macinatura, la legatura e la cottura lenta.



Opificio 1899 si ispira a questi sapori, ma con ricette che esaltano il gusto di un’alimentazione buona e genuina. L’alta qualità delle carni, la lavorazione artigianale e l’utilizzo di spezie e aromi di origine naturale hanno permesso di ridurre l’utilizzo del sale, eliminare completamente conservanti di sintesi ed esaltate un sapore naturalmente gustoso.


Fatto a Mano in Italia



Gli ingredienti ravvivano il ricordo e si mescolano in una preziosa armonia.


Nulla Cambia. Tutto Cambia.



Con Opificio 1899 abbiamo voluto ridare voce alla storia, ispirandoci ai sapori di quel tempo, ma con ricette che esaltano il gusto di un’alimentazione buona, genuina e contemporanea. Volevamo che a parlare fossero l’alta qualità delle carni, la lavorazione artigianale e la naturalità di spezie e aromi.



Abbiamo ridotto il sale senza compromessi di gusto. Abbiamo eliminato completamente i conservanti di sintesi senza rinunciare alla certezza di un prodotto sicuro. Abbiamo esaltato ogni sapore autentico, senza cercare scorciatoie.



Opificio 1899 è una produzione limitata, dedicata ai migliori estimatori, fedele alla più alta espressione dell’arte salumiera veronese.


Antiche Tradizioni





La Storia - L’Arte della Salumeria Italiana di Fine ‘800



La salumeria italiana è un’arte fatta di gesti, profumi e sapori scolpiti nella nostra storia e nella tradizione di un popolo. Generazioni di uomini e donne che hanno condiviso esperienze, lavorazioni e ricette e qualche volta, con un pizzico di fortuna, sono arrivate a noi senza essere scalfite dalle avversità degli anni. Opificio 1899 ha ripreso questi valori, li ha trasformati in piacevolezza, esaltando la bontà e la genuinità che contraddistinguono l’epopea gastronomica italiana.



Tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 stava nascendo una grande rivoluzione nel mondo della salumeria italiana: le piccole produzioni casalinghe si stavano trasformando in produzioni industriali, offrendo l’opportunità di proporre salumi al di fuori della ristretta cerchia familiare. Oggi la parola “industriale” ci ricorda l’acciaio, l’automazione, forse qualcosa di distante dal calore dell’anima. Ma allora, in quel contesto, la lavorazione manuale era ancora centrale, l’elaborazione industriale come la conosciamo oggi era una limitata semplificazione tecnica del lavoro manuale: i primi macchinari erano un po’ grezzi, ma stavano aprendo la strada verso strumenti che sarebbero stati usati nei decenni successivi.



Assaggiare, annusare, mescolare, legare, marinare, mantecare erano tutte azioni che non si controllavano con una macchina. Era una conoscenza fatta di tempi, dosi, pesi e misure. Sono gli stessi gesti e la stessa conoscenza che usiamo oggi con Opificio 1899.



Non poteva che essere il recupero della storia della salumeria il filo conduttore di Opificio 1899. L’alta qualità delle carni di origine italiana, la ricerca territoriale di aromi e spezie, l’eliminazione totale di additivi e conservanti di sintesi, le pratiche di concia e marinatura naturali, le legature manuali, le cotture lente. Il percorso della qualità andava solamente ritrovato per scoprirne la sua attualità.



Ciò che alimenta la qualità non ha tempo e non ha limiti: vive l’infinito.

Opificio 1899


L’Arte dell'Alta Salumiera Italiana



Il Mondo dell’Arte Salumiera Italiana Rivive nelle Creazioni di Opificio 1899 Verona



Il fine ‘800 è un’epoca di passaggio che ricorda ingredienti autentici e il vero significato di rituali come la concia, la macinatura, la legatura e la cottura lenta.



Opificio 1899 si ispira a questi sapori, ma con ricette che esaltano il gusto di un’alimentazione buona e genuina. L’alta qualità delle carni, la lavorazione artigianale e l’utilizzo di spezie e aromi di origine naturale hanno permesso di ridurre l’utilizzo del sale, eliminare completamente conservanti di sintesi ed esaltate un sapore naturalmente gustoso.


Fatto a Mano in Italia



Gli ingredienti ravvivano il ricordo e si mescolano in una preziosa armonia.


Nulla Cambia. Tutto Cambia.



Con Opificio 1899 abbiamo voluto ridare voce alla storia, ispirandoci ai sapori di quel tempo, ma con ricette che esaltano il gusto di un’alimentazione buona, genuina e contemporanea. Volevamo che a parlare fossero l’alta qualità delle carni, la lavorazione artigianale e la naturalità di spezie e aromi.



Abbiamo ridotto il sale senza compromessi di gusto. Abbiamo eliminato completamente i conservanti di sintesi senza rinunciare alla certezza di un prodotto sicuro. Abbiamo esaltato ogni sapore autentico, senza cercare scorciatoie.



Opificio 1899 è una produzione limitata, dedicata ai migliori estimatori, fedele alla più alta espressione dell’arte salumiera veronese.


Antiche Tradizioni





La Storia - L’Arte della Salumeria Italiana di Fine ‘800



La salumeria italiana è un’arte fatta di gesti, profumi e sapori scolpiti nella nostra storia e nella tradizione di un popolo. Generazioni di uomini e donne che hanno condiviso esperienze, lavorazioni e ricette e qualche volta, con un pizzico di fortuna, sono arrivate a noi senza essere scalfite dalle avversità degli anni. Opificio 1899 ha ripreso questi valori, li ha trasformati in piacevolezza, esaltando la bontà e la genuinità che contraddistinguono l’epopea gastronomica italiana.



Tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 stava nascendo una grande rivoluzione nel mondo della salumeria italiana: le piccole produzioni casalinghe si stavano trasformando in produzioni industriali, offrendo l’opportunità di proporre salumi al di fuori della ristretta cerchia familiare. Oggi la parola “industriale” ci ricorda l’acciaio, l’automazione, forse qualcosa di distante dal calore dell’anima. Ma allora, in quel contesto, la lavorazione manuale era ancora centrale, l’elaborazione industriale come la conosciamo oggi era una limitata semplificazione tecnica del lavoro manuale: i primi macchinari erano un po’ grezzi, ma stavano aprendo la strada verso strumenti che sarebbero stati usati nei decenni successivi.



Assaggiare, annusare, mescolare, legare, marinare, mantecare erano tutte azioni che non si controllavano con una macchina. Era una conoscenza fatta di tempi, dosi, pesi e misure. Sono gli stessi gesti e la stessa conoscenza che usiamo oggi con Opificio 1899.



Non poteva che essere il recupero della storia della salumeria il filo conduttore di Opificio 1899. L’alta qualità delle carni di origine italiana, la ricerca territoriale di aromi e spezie, l’eliminazione totale di additivi e conservanti di sintesi, le pratiche di concia e marinatura naturali, le legature manuali, le cotture lente. Il percorso della qualità andava solamente ritrovato per scoprirne la sua attualità.



Ciò che alimenta la qualità non ha tempo e non ha limiti: vive l’infinito.

Al momento non ci sono prodotti per questa partnership