Categorie

Partnerships

Pasotti


Ombrelli Artigianali di Lusso, Fatti a Mano in Italia dal 1956



Identity



Ombrelli splendidi, per disegno e per tessuto, per decorazioni e per impugnature. Pezzi d’autore che portano il “Made in Italy” di questo particolare settore in tutto il mondo, proprio mentre la grande concorrenza asiatica propone ogni giorno articoli di scarsa qualità a prezzi bassissimi.



Nonostante la crisi complessiva, nella campagna mantovana, a Castellucchio, c’è chi continua a produrre ombrelli di lusso, interamente fatti a mano, ed a distribuirli in ogni angolo del globo, con un marchio che si appresta a compiere 60 anni: Pasotti.



Pasotti si differenzia per la creatività e la continua ricerca nei materiali, tutti esclusivamente italiani: ottoni smaltati, cristalli Swarovski®, manici in legni pregiati, decorazioni meravigliose. 



“L’azienda è nata nel 1956 – spiega Eva Giacomini – e fu fondata da mia madre, Ernesta Pasotti, che da dipendente di un ombrellificio di Milano, tornata al paese natìo, aprì l’attività in un rustico e cominciò a produrre ombrelli bellissimi che vendeva direttamente, a volte anche in sella al suo motorino. Poi da piccola artigiana, insieme a mio padre Vittorio, la ditta è diventata grande, con oltre cento dipendenti. Oggi la produzione industriale non ha più spazio vista la concorrenza globale, per cui ci siamo ridimensionati: produciamo non più di 40 000 ombrelli l’anno, che poi forniamo direttamente alle migliori boutique di 75 paesi nel mondo. Il 93% del nostro fatturato riguarda i mercati esteri, principalmente Europa, Nord America, Russia e Cina. Oltre alla produzione della linea Pasotti vantiamo collaborazioni private-label con i più grandi marchi di moda mondiali”.



E proprio il mercato estero è in continua espansione, merito della nuova generazione, ovvero di Nicola e Andrea Begotti che, partecipando alle più importanti settimane della moda ed investendo molto nel Web, hanno incrementato la popolarità del marchio.



Di generazione in generazione si mantiene viva la produzione artigianale dell’ombrello.


Pasotti - Una Pioggia di Lusso Made in Italy



Madonna ha usato un loro bastone per un concerto, Johnny Depp sul red carpet, American Horror story sul set, Meryl Streep ha ricevuto in dono un loro ombrello, Hilary Duff lo usa Negli Usa. e sono tanto amati dalle griffes della Parigi del lusso. stiamo parlando di Pasotti: gli ombrelli (di lusso) di nonna Ernesta. Ombrelli, ma anche bastoni, calzanti, parasoli e bijoux. Tutto rigorosamente made in Italy. Tutto rigorosamente fatto a mano. E tutto rigorosamente di lusso.



Gli accessori Pasotti sono ricercatissimi da star, dai fashion blogger, dalle aziende del lusso italiano e parigino, da esclusive casate, famiglie ed inteditori. Oro, argento, Swarovski, ma anche pizzi, ricami, stampe, colori, fantasia e creatività: ecco il mondo di Pasotti. Prezzo medio? All’incirca 250 euro. L’ombrello più costoso? Si vocifera anche di parasoli da 2.500 euro.



Se avete un ombrello Pasotti non sbufferete guardando fuori dalla finestra per via della pioggia. Anzi, quasi fareste un po’ una danza propiziatrice per poter sfoderarne uno per strada. Oppure quella del sole, per aprire en plain air uno dei loro meravigliosi parasole e sentirsi speciali.



Oppure potreste far finta di aver male alla gamba per avere la scusa di doversi appoggiare ad uno dei loro preziosissimi bastoni. Insomma ogni scusa è buona per poter portare un accessorio Pasotti. Che poi, a dirla tutta, veramente abbiamo bisogno di scuse per concedersi un po’ di lusso?



Da una piccola bottega in campagna, sino allo star system: com’è possibile? Ma andiamo per ordine. Siamo poco fuori Mantova, a Castellucchio per la precisione, anni ’50, ed Ernesta Pasotti decide di mettersi in proprio e fare ombrelli.



Siamo nella patria di Isabella d’Este, cioè di una delle nobili più à la page di tutti i tempi che rese Mantova una delle città più alla moda d’Europa, facendo fiorire arti, gusto e raffinatezza. Ernesta Pasotti, nel 1956, torna da Milano, dove lavorava in un ombrellificio.



“Torna a Castellucchio, nelle campagne mantovane e decide di iniziare a produrre ombrelli dietro casa nel pollaio, barattando le sue creazioni con altri oggetti di altri artigiani. E così inizia la storia degli ombrelli Pasotti, oggi l’ombrellificio più grande d’Europa che produce interamente tutto made in Italy”.



Ci spiega Nicola Begotti, III generazione di famiglia in azienda, che abbiamo intervistato e che ci racconta che, negli anni Settanta, la produzione di ombrelli salì fino a 3.000 pezzi al giorno; poi, con la concorrenza cinese, l’azienda si è ridimensionata e, subentrando la II generazione con mamma Eva (Eva Giacomini, la figlia di Ernesta), lo spirito artigiano ha continuato a far volare l’azienda.



Oggi, un ombrello Pasotti significa un pezzo di artigianalità pura: completamente realizzato a mano e dall’impeccabile qualità e rifinitura, con manici che sono dei veri e propri gioielli, realizzati da altrettanti artigiani. Amatissimi dai fashion blogger di tutto il mondo, dall’est all’ovest del globo, le creazioni Pasotti sono spesso re-interpretate con creatività dalla fashion community.



In Pasotti lavorano oggi 13 addetti più la famiglia, compresa la terza generazione, inaugurata da Nicola che partecipa a praticamente tutte le fiere della moda e del lusso in giro per il mondo. Procaccia clienti, è un po’ un giovane ambasciatore del bello del made in Italy del mondo. E dà un occhio anche al fratello Andrea, che ha 23 anni, e che ha iniziato a muovere i primi passi in azienda, occupandosi delle vendite attraverso l’e-commerce.



Ma quanto è difficile realizzare un ombrello del genere? “In realtà un ombrello può essere realizzato anche in un’ora”, ci spiega Nicola. “Poi, ovviamente, dipende dalle esigenze del cliente. Può anche capitare che un cliente voglia un modello visto sul nostro sito ma decida di modificarne i colori”. Insomma tanta creatività “su misura” del cliente.



“I nostri ombrelli possono essere completamente personalizzati. Oggi la nostra produzione è sfaccettata ed abbiamo imparato ad intercettare i gusti e le tendenze, anche in base alla nazione. I giapponesi, ad esempio, preferiscono taglie un po’ più piccole, i russi invece necessitano di ombrelli più forti ed amano i manici gioiello”.



E non solo i russi, a quanto pare. “Stiamo avendo grande successo in Cina. Grazie ad una partnership commerciale, siamo nei più importanti centri commerciali cinesi con 16 monomarca. I nostri vicini sono, ad esempio, Louis Vuitton ed altri brand del lusso” precisa Nicola.



Ombrelli uomo lusso, su misura e pieghevoli; ombrelli da donna, fiorati, animalier, classici, di lusso e pieghevoli. Bastoni, calzanti, parasoli e bijoux. Se vi trovate a Mantova, capitale italiana della cultura per il 2016, approfittate della bellezza della città, ed andate a visitare lo show-room di Pasotti!



E così, l’idea di nonna Ernesta continua a guardare con ottimismo il futuro. merito di caparbietà, creatività, rispetto per la tradizione e molto lavoro, ed una spruzzata di raffinatezza di Isabella d’Este, “bella, gentil, cortese e saggia“, come ogni creazione Pasotti.


Prodotti Pasotti

Pasotti


Ombrelli Artigianali di Lusso, Fatti a Mano in Italia dal 1956



Identity



Ombrelli splendidi, per disegno e per tessuto, per decorazioni e per impugnature. Pezzi d’autore che portano il “Made in Italy” di questo particolare settore in tutto il mondo, proprio mentre la grande concorrenza asiatica propone ogni giorno articoli di scarsa qualità a prezzi bassissimi.



Nonostante la crisi complessiva, nella campagna mantovana, a Castellucchio, c’è chi continua a produrre ombrelli di lusso, interamente fatti a mano, ed a distribuirli in ogni angolo del globo, con un marchio che si appresta a compiere 60 anni: Pasotti.



Pasotti si differenzia per la creatività e la continua ricerca nei materiali, tutti esclusivamente italiani: ottoni smaltati, cristalli Swarovski®, manici in legni pregiati, decorazioni meravigliose. 



“L’azienda è nata nel 1956 – spiega Eva Giacomini – e fu fondata da mia madre, Ernesta Pasotti, che da dipendente di un ombrellificio di Milano, tornata al paese natìo, aprì l’attività in un rustico e cominciò a produrre ombrelli bellissimi che vendeva direttamente, a volte anche in sella al suo motorino. Poi da piccola artigiana, insieme a mio padre Vittorio, la ditta è diventata grande, con oltre cento dipendenti. Oggi la produzione industriale non ha più spazio vista la concorrenza globale, per cui ci siamo ridimensionati: produciamo non più di 40 000 ombrelli l’anno, che poi forniamo direttamente alle migliori boutique di 75 paesi nel mondo. Il 93% del nostro fatturato riguarda i mercati esteri, principalmente Europa, Nord America, Russia e Cina. Oltre alla produzione della linea Pasotti vantiamo collaborazioni private-label con i più grandi marchi di moda mondiali”.



E proprio il mercato estero è in continua espansione, merito della nuova generazione, ovvero di Nicola e Andrea Begotti che, partecipando alle più importanti settimane della moda ed investendo molto nel Web, hanno incrementato la popolarità del marchio.



Di generazione in generazione si mantiene viva la produzione artigianale dell’ombrello.


Pasotti - Una Pioggia di Lusso Made in Italy



Madonna ha usato un loro bastone per un concerto, Johnny Depp sul red carpet, American Horror story sul set, Meryl Streep ha ricevuto in dono un loro ombrello, Hilary Duff lo usa Negli Usa. e sono tanto amati dalle griffes della Parigi del lusso. stiamo parlando di Pasotti: gli ombrelli (di lusso) di nonna Ernesta. Ombrelli, ma anche bastoni, calzanti, parasoli e bijoux. Tutto rigorosamente made in Italy. Tutto rigorosamente fatto a mano. E tutto rigorosamente di lusso.



Gli accessori Pasotti sono ricercatissimi da star, dai fashion blogger, dalle aziende del lusso italiano e parigino, da esclusive casate, famiglie ed inteditori. Oro, argento, Swarovski, ma anche pizzi, ricami, stampe, colori, fantasia e creatività: ecco il mondo di Pasotti. Prezzo medio? All’incirca 250 euro. L’ombrello più costoso? Si vocifera anche di parasoli da 2.500 euro.



Se avete un ombrello Pasotti non sbufferete guardando fuori dalla finestra per via della pioggia. Anzi, quasi fareste un po’ una danza propiziatrice per poter sfoderarne uno per strada. Oppure quella del sole, per aprire en plain air uno dei loro meravigliosi parasole e sentirsi speciali.



Oppure potreste far finta di aver male alla gamba per avere la scusa di doversi appoggiare ad uno dei loro preziosissimi bastoni. Insomma ogni scusa è buona per poter portare un accessorio Pasotti. Che poi, a dirla tutta, veramente abbiamo bisogno di scuse per concedersi un po’ di lusso?



Da una piccola bottega in campagna, sino allo star system: com’è possibile? Ma andiamo per ordine. Siamo poco fuori Mantova, a Castellucchio per la precisione, anni ’50, ed Ernesta Pasotti decide di mettersi in proprio e fare ombrelli.



Siamo nella patria di Isabella d’Este, cioè di una delle nobili più à la page di tutti i tempi che rese Mantova una delle città più alla moda d’Europa, facendo fiorire arti, gusto e raffinatezza. Ernesta Pasotti, nel 1956, torna da Milano, dove lavorava in un ombrellificio.



“Torna a Castellucchio, nelle campagne mantovane e decide di iniziare a produrre ombrelli dietro casa nel pollaio, barattando le sue creazioni con altri oggetti di altri artigiani. E così inizia la storia degli ombrelli Pasotti, oggi l’ombrellificio più grande d’Europa che produce interamente tutto made in Italy”.



Ci spiega Nicola Begotti, III generazione di famiglia in azienda, che abbiamo intervistato e che ci racconta che, negli anni Settanta, la produzione di ombrelli salì fino a 3.000 pezzi al giorno; poi, con la concorrenza cinese, l’azienda si è ridimensionata e, subentrando la II generazione con mamma Eva (Eva Giacomini, la figlia di Ernesta), lo spirito artigiano ha continuato a far volare l’azienda.



Oggi, un ombrello Pasotti significa un pezzo di artigianalità pura: completamente realizzato a mano e dall’impeccabile qualità e rifinitura, con manici che sono dei veri e propri gioielli, realizzati da altrettanti artigiani. Amatissimi dai fashion blogger di tutto il mondo, dall’est all’ovest del globo, le creazioni Pasotti sono spesso re-interpretate con creatività dalla fashion community.



In Pasotti lavorano oggi 13 addetti più la famiglia, compresa la terza generazione, inaugurata da Nicola che partecipa a praticamente tutte le fiere della moda e del lusso in giro per il mondo. Procaccia clienti, è un po’ un giovane ambasciatore del bello del made in Italy del mondo. E dà un occhio anche al fratello Andrea, che ha 23 anni, e che ha iniziato a muovere i primi passi in azienda, occupandosi delle vendite attraverso l’e-commerce.



Ma quanto è difficile realizzare un ombrello del genere? “In realtà un ombrello può essere realizzato anche in un’ora”, ci spiega Nicola. “Poi, ovviamente, dipende dalle esigenze del cliente. Può anche capitare che un cliente voglia un modello visto sul nostro sito ma decida di modificarne i colori”. Insomma tanta creatività “su misura” del cliente.



“I nostri ombrelli possono essere completamente personalizzati. Oggi la nostra produzione è sfaccettata ed abbiamo imparato ad intercettare i gusti e le tendenze, anche in base alla nazione. I giapponesi, ad esempio, preferiscono taglie un po’ più piccole, i russi invece necessitano di ombrelli più forti ed amano i manici gioiello”.



E non solo i russi, a quanto pare. “Stiamo avendo grande successo in Cina. Grazie ad una partnership commerciale, siamo nei più importanti centri commerciali cinesi con 16 monomarca. I nostri vicini sono, ad esempio, Louis Vuitton ed altri brand del lusso” precisa Nicola.



Ombrelli uomo lusso, su misura e pieghevoli; ombrelli da donna, fiorati, animalier, classici, di lusso e pieghevoli. Bastoni, calzanti, parasoli e bijoux. Se vi trovate a Mantova, capitale italiana della cultura per il 2016, approfittate della bellezza della città, ed andate a visitare lo show-room di Pasotti!



E così, l’idea di nonna Ernesta continua a guardare con ottimismo il futuro. merito di caparbietà, creatività, rispetto per la tradizione e molto lavoro, ed una spruzzata di raffinatezza di Isabella d’Este, “bella, gentil, cortese e saggia“, come ogni creazione Pasotti.


Prodotti Pasotti

Visualizzando 1 - 19 di 19
Visualizzando 1 - 19 di 19