Categorie

Off-White


Defining The Grey Area Between Black and White ad The Color Off-White



Storia



La storia di Off White è iniziata grazie alla visione di Virgil, ed è presto diventata un marchio affermato a livello globale. Fondata in America da Virgil Abloh, dal 2013 il brand milanese ha aperto showroom in 15 località del mondo e ha mantenuto una line-up di clienti stellata.



Prima che Abloh si espandesse con il suo nuovo brand, in precedenza aveva costruito un regno dello streetwear sotto il nome Pyrex Vision, che molte celebrità avevano abbracciato a braccia aperte. Tuttavia, poiché in seguito ha affrontato polemiche per quanto riguarda il riutilizzo e la rivendita delle flanelle di Ralph Lauren, a un prezzo astronomico e dopo aver schiaffeggiato il soprannome del proprio marchio, ha demolito l'azienda. Nonostante le critiche, non passò molto tempo prima che alla fine tornasse con la sua nuova ambizione e la storia di OFF-WHITE iniziò.


L'Icona Streetwear



Non solo ora possiede un marchio, ma l'imprenditore statunitense è anche coinvolto in molte altre iniziative, tra cui la fondazione della RSVP Gallery a Chicago e l'ingresso nella troupe di #BEEN #TRILL. È un DJ e un regista che l'anno scorso ha diretto un video musicale per il rapper Lil Uzi Vert. E soprattutto, è noto per essere il direttore creativo della compagnia del rapper Kanye West DONDA. Abloh è un'icona importante nello streetwear e nella scena musicale.




Oltre a coltivare una nuova cultura, si impegna anche molto per perfezionare l'esperienza OFF-WHITE. Stabilisce la sede a Milano perché vuole che le collezioni siano realizzate in Italia con un'estetica americana, la migliore qualità con un approccio aggiornato e moderno. La combinazione di stile e qualità è il marchio di fabbrica del marchio.


Articoli Distintivi



Proprio come abbiamo iniziato questo articolo affrontando alcuni dei design più straordinari di OFF-WHITE, sono proprio queste grafiche, l'esecuzione e l'impressione che lasciano che il marchio ibrido sia ora in prima linea nella scena dello streetwear. Ogni volta che vediamo i disegni, ci viene in mente Abloh. Ovviamente il motivo zebrato, specificamente noto come spray diagonale, e il moniker "BIANCO" sono sinonimi del marchio. Tuttavia, parlando di articoli distintivi, la cintura industriale con fibbia gialla e nera lunga 200 metri è anche assolutamente spigolosa e iconica. La sua lunghezza estesa una volta è stata così confusa che alla fine OFF-WHITE ha dovuto realizzare una guida video su come poteva essere indossata.




Negli ultimi anni, Abloh ha iniziato a mettere tutto tra "virgolette". Ha inciso "SHOELACES" sui lacci delle scarpe, ha inciso "SCULPTURE" sulla borsa, ha collaborato con il colosso della casa IKEA e ha persino etichettato il suo sito Web "WEBSITE". Questo perché Abloh crede che tutto ciò che resta tra virgolette rimanga indefinito, il che significa che ci sono sempre spazi per le domande. Questo concetto è molto in linea con l'ideologia del marchio: dare alle persone lo spazio per liberare la propria creatività.


Un Marchio per I Giovani



Dopo cinque anni dall'istituzione, il marchio cattura con successo la scena dello streetwear perché ha la strada e le persone al centro. OFF-WHITE offre ai giovani la libertà di modellarsi invece di dettare chi dovrebbe essere chi lo indossa. Nel dizionario di Abloh, la generazione più giovane rappresenta un nuovo insieme di bisogni e stili. Richiedono autonomia in termini di ciò che vogliono indossare e di come si mescolano e si abbinano.




Ad esempio, nell'ultima collezione Mens Pre-Fall 2018 del brand, Abloh ha dimostrato come un tipico outfit da lavoro, composto da abito grigio, camicia bianca e cravatta blu, possa abbinarsi con un paio di pantofole nere con strisce rosse. Trasmette che non esiste una regola su come indossare uno qualsiasi dei suoi abiti. Questo è un atteggiamento decostruttivo e una domanda alle tradizioni dell'industria della moda, che è fondamentale per rendere il marchio spettacolare ed eccezionale.




Inoltre, sebbene Abloh sia l'unico proprietario della sua etichetta di moda, raramente lavora da solo per mantenere una qualità eccellente. Nel corso degli anni, le sue collaborazioni, con artisti del calibro di Levi's, Moncler e Nike, hanno mantenuto il marchio milanese nel cuore dello streetwear. Questi progetti di collaborazione riecheggiano più o meno di nuovo l'etica del marchio, rendendo omaggio a una silhouette classica con qualcosa in linea con l'estetica personale di Off-White. Abbiamo visto Abloh utilizzare colori più audaci, oltre a rimodellare i jeans Levi's in un modo che ha creato un'atmosfera usurante nelle capsule Made & Crafted. Mentre con la collezione Nike "The Ten", l'artista decostruisce dieci sneakers esclusive, tra cui Air Max 97 e Air Jordan 1, le ricuci e le rielabora per offrire un'esperienza nostalgica ma fresca. La collaborazione, ovviamente, ha portato alla frustrazione molti sneakerhead a causa della sua quantità limitata.


The Logo



È difficile negare la forza che ha catapultato Off-White in prima linea nelle menti dei consumatori giovani, alla moda e attenti alla moda. Si è parlato molto di Virgil Abloh, la mente dietro il marchio milanese, sulla stampa da quando ha lanciato Off-White nel 2014 dopo aver raccolto fan con il suo marchio di streetwear (ormai defunto), Pyrex Vision. Non mancano lunghi articoli dedicati a entrambe le iniziative, e allo stesso Abloh, in particolare data la sua capacità di uscire dall'ombra del cugino e mentore Kanye West, e prosperare in modi che West non è stato in grado di fare, vale a dire, nel progettare moda.


Una Grafica Particolare



Il nostro obiettivo non è l'ascesa del marchio Off-White, tuttavia, o l'impronta di Abloh nel mondo dello streetwear e dell'alta moda. Si tratta, invece, dell'uso da parte di Abloh della grafica esistente per costruire un marchio che risuoni con i consumatori e se sarà in grado di fare affidamento sulla protezione del marchio in relazione a quella grafica stessa.




L'offerta più degna di nota di Abloh si presenta sotto forma del logo del suo marchio, il motivo della linea diagonale che non è in alcun modo esclusivo di Off-White. È la grafica che trovi sulle strisce pedonali e sui segnali stradali – e che trovi lì da molti decenni ormai, sicuramente molto prima dell'inizio di Off-White. Come brand builder, Abloh ha fatto qualcosa di molto interessante qui. Invece di utilizzare un logo distintivo di identificazione del marchio, che è ciò che la stragrande maggioranza dei marchi tende a fare (tranne forse Target con il suo logo a forma di occhio di bue o Rolex con la sua corona stilizzata), ne ha scelto uno completamente non originale.


An Universal Design



La cooptazione di un design quasi universale per l'uso su t-shirt, felpe, pantaloni, giacche, scarpe e borse comporta vantaggi e svantaggi significativi. Al rialzo, Abloh è stato in grado di sfruttare un design estremamente comune e ben noto. "I design di Off-White - sfacciati, rumorosi e grafici, marchiati con strisce diagonali in bianco e nero che puoi riconoscere da 30 metri di distanza - sono ovunque", ha scritto Zach Baron per GQ.



Scrivendo per Complex, Cameron Wolf ha messo il potere dietro questa mossa al meglio: “Anche se la popolazione in generale non riconosce quelle strisce diagonali come quelle di Abloh, se i suoi seguaci lo fanno, allora ha avuto successo. Immagina centinaia di migliaia di fan di Off-White che vedono continuamente linee diagonali e pensano automaticamente all'etichetta di Abloh. È estremamente potente perché può far sembrare il marchio più grande di quanto non sia in realtà".



In questo modo, Abloh ha messo la strada al lavoro per lui – a volte molto letteralmente – nel creare consapevolezza del marchio invece di dover spendere in forme tradizionali di pubblicità, come campagne costose o sfilate particolarmente esagerate.



Questa offerta più stretta ha solo creato più domanda e ha assicurato lo status di mito del design all'interno della comunità dello streetwear. In qualsiasi momento tra il 1994 e il 2002 potevo girovagare per il negozio e prendere una maglietta, una felpa o una felpa con cappuccio Box Logo in una scelta di colori; era solo una maglietta di un negozio di skate. Al giorno d'oggi, le voci sui social media girano costantemente intorno al "Box Logo Hype" - quando uscirà questa stagione/quali colori/qual è la collaborazione, ecc. Ogni anno è diventato il design più richiesto nella line-up stellare di Supreme, che è piuttosto impressionante considerando le sue umili origini.



Prodotti Off-White

Off-White


Defining The Grey Area Between Black and White ad The Color Off-White



Storia



La storia di Off White è iniziata grazie alla visione di Virgil, ed è presto diventata un marchio affermato a livello globale. Fondata in America da Virgil Abloh, dal 2013 il brand milanese ha aperto showroom in 15 località del mondo e ha mantenuto una line-up di clienti stellata.



Prima che Abloh si espandesse con il suo nuovo brand, in precedenza aveva costruito un regno dello streetwear sotto il nome Pyrex Vision, che molte celebrità avevano abbracciato a braccia aperte. Tuttavia, poiché in seguito ha affrontato polemiche per quanto riguarda il riutilizzo e la rivendita delle flanelle di Ralph Lauren, a un prezzo astronomico e dopo aver schiaffeggiato il soprannome del proprio marchio, ha demolito l'azienda. Nonostante le critiche, non passò molto tempo prima che alla fine tornasse con la sua nuova ambizione e la storia di OFF-WHITE iniziò.


L'Icona Streetwear



Non solo ora possiede un marchio, ma l'imprenditore statunitense è anche coinvolto in molte altre iniziative, tra cui la fondazione della RSVP Gallery a Chicago e l'ingresso nella troupe di #BEEN #TRILL. È un DJ e un regista che l'anno scorso ha diretto un video musicale per il rapper Lil Uzi Vert. E soprattutto, è noto per essere il direttore creativo della compagnia del rapper Kanye West DONDA. Abloh è un'icona importante nello streetwear e nella scena musicale.




Oltre a coltivare una nuova cultura, si impegna anche molto per perfezionare l'esperienza OFF-WHITE. Stabilisce la sede a Milano perché vuole che le collezioni siano realizzate in Italia con un'estetica americana, la migliore qualità con un approccio aggiornato e moderno. La combinazione di stile e qualità è il marchio di fabbrica del marchio.


Articoli Distintivi



Proprio come abbiamo iniziato questo articolo affrontando alcuni dei design più straordinari di OFF-WHITE, sono proprio queste grafiche, l'esecuzione e l'impressione che lasciano che il marchio ibrido sia ora in prima linea nella scena dello streetwear. Ogni volta che vediamo i disegni, ci viene in mente Abloh. Ovviamente il motivo zebrato, specificamente noto come spray diagonale, e il moniker "BIANCO" sono sinonimi del marchio. Tuttavia, parlando di articoli distintivi, la cintura industriale con fibbia gialla e nera lunga 200 metri è anche assolutamente spigolosa e iconica. La sua lunghezza estesa una volta è stata così confusa che alla fine OFF-WHITE ha dovuto realizzare una guida video su come poteva essere indossata.




Negli ultimi anni, Abloh ha iniziato a mettere tutto tra "virgolette". Ha inciso "SHOELACES" sui lacci delle scarpe, ha inciso "SCULPTURE" sulla borsa, ha collaborato con il colosso della casa IKEA e ha persino etichettato il suo sito Web "WEBSITE". Questo perché Abloh crede che tutto ciò che resta tra virgolette rimanga indefinito, il che significa che ci sono sempre spazi per le domande. Questo concetto è molto in linea con l'ideologia del marchio: dare alle persone lo spazio per liberare la propria creatività.


Un Marchio per I Giovani



Dopo cinque anni dall'istituzione, il marchio cattura con successo la scena dello streetwear perché ha la strada e le persone al centro. OFF-WHITE offre ai giovani la libertà di modellarsi invece di dettare chi dovrebbe essere chi lo indossa. Nel dizionario di Abloh, la generazione più giovane rappresenta un nuovo insieme di bisogni e stili. Richiedono autonomia in termini di ciò che vogliono indossare e di come si mescolano e si abbinano.




Ad esempio, nell'ultima collezione Mens Pre-Fall 2018 del brand, Abloh ha dimostrato come un tipico outfit da lavoro, composto da abito grigio, camicia bianca e cravatta blu, possa abbinarsi con un paio di pantofole nere con strisce rosse. Trasmette che non esiste una regola su come indossare uno qualsiasi dei suoi abiti. Questo è un atteggiamento decostruttivo e una domanda alle tradizioni dell'industria della moda, che è fondamentale per rendere il marchio spettacolare ed eccezionale.




Inoltre, sebbene Abloh sia l'unico proprietario della sua etichetta di moda, raramente lavora da solo per mantenere una qualità eccellente. Nel corso degli anni, le sue collaborazioni, con artisti del calibro di Levi's, Moncler e Nike, hanno mantenuto il marchio milanese nel cuore dello streetwear. Questi progetti di collaborazione riecheggiano più o meno di nuovo l'etica del marchio, rendendo omaggio a una silhouette classica con qualcosa in linea con l'estetica personale di Off-White. Abbiamo visto Abloh utilizzare colori più audaci, oltre a rimodellare i jeans Levi's in un modo che ha creato un'atmosfera usurante nelle capsule Made & Crafted. Mentre con la collezione Nike "The Ten", l'artista decostruisce dieci sneakers esclusive, tra cui Air Max 97 e Air Jordan 1, le ricuci e le rielabora per offrire un'esperienza nostalgica ma fresca. La collaborazione, ovviamente, ha portato alla frustrazione molti sneakerhead a causa della sua quantità limitata.


The Logo



È difficile negare la forza che ha catapultato Off-White in prima linea nelle menti dei consumatori giovani, alla moda e attenti alla moda. Si è parlato molto di Virgil Abloh, la mente dietro il marchio milanese, sulla stampa da quando ha lanciato Off-White nel 2014 dopo aver raccolto fan con il suo marchio di streetwear (ormai defunto), Pyrex Vision. Non mancano lunghi articoli dedicati a entrambe le iniziative, e allo stesso Abloh, in particolare data la sua capacità di uscire dall'ombra del cugino e mentore Kanye West, e prosperare in modi che West non è stato in grado di fare, vale a dire, nel progettare moda.


Una Grafica Particolare



Il nostro obiettivo non è l'ascesa del marchio Off-White, tuttavia, o l'impronta di Abloh nel mondo dello streetwear e dell'alta moda. Si tratta, invece, dell'uso da parte di Abloh della grafica esistente per costruire un marchio che risuoni con i consumatori e se sarà in grado di fare affidamento sulla protezione del marchio in relazione a quella grafica stessa.




L'offerta più degna di nota di Abloh si presenta sotto forma del logo del suo marchio, il motivo della linea diagonale che non è in alcun modo esclusivo di Off-White. È la grafica che trovi sulle strisce pedonali e sui segnali stradali – e che trovi lì da molti decenni ormai, sicuramente molto prima dell'inizio di Off-White. Come brand builder, Abloh ha fatto qualcosa di molto interessante qui. Invece di utilizzare un logo distintivo di identificazione del marchio, che è ciò che la stragrande maggioranza dei marchi tende a fare (tranne forse Target con il suo logo a forma di occhio di bue o Rolex con la sua corona stilizzata), ne ha scelto uno completamente non originale.


An Universal Design



La cooptazione di un design quasi universale per l'uso su t-shirt, felpe, pantaloni, giacche, scarpe e borse comporta vantaggi e svantaggi significativi. Al rialzo, Abloh è stato in grado di sfruttare un design estremamente comune e ben noto. "I design di Off-White - sfacciati, rumorosi e grafici, marchiati con strisce diagonali in bianco e nero che puoi riconoscere da 30 metri di distanza - sono ovunque", ha scritto Zach Baron per GQ.



Scrivendo per Complex, Cameron Wolf ha messo il potere dietro questa mossa al meglio: “Anche se la popolazione in generale non riconosce quelle strisce diagonali come quelle di Abloh, se i suoi seguaci lo fanno, allora ha avuto successo. Immagina centinaia di migliaia di fan di Off-White che vedono continuamente linee diagonali e pensano automaticamente all'etichetta di Abloh. È estremamente potente perché può far sembrare il marchio più grande di quanto non sia in realtà".



In questo modo, Abloh ha messo la strada al lavoro per lui – a volte molto letteralmente – nel creare consapevolezza del marchio invece di dover spendere in forme tradizionali di pubblicità, come campagne costose o sfilate particolarmente esagerate.



Questa offerta più stretta ha solo creato più domanda e ha assicurato lo status di mito del design all'interno della comunità dello streetwear. In qualsiasi momento tra il 1994 e il 2002 potevo girovagare per il negozio e prendere una maglietta, una felpa o una felpa con cappuccio Box Logo in una scelta di colori; era solo una maglietta di un negozio di skate. Al giorno d'oggi, le voci sui social media girano costantemente intorno al "Box Logo Hype" - quando uscirà questa stagione/quali colori/qual è la collaborazione, ecc. Ogni anno è diventato il design più richiesto nella line-up stellare di Supreme, che è piuttosto impressionante considerando le sue umili origini.



Prodotti Off-White

per pagina
Visualizzando 1 - 21 di 48
Visualizzando 1 - 21 di 48